Amabile Giusti, Cuore nero

Recensione di Rossella Melis

Com’è l’amore a diciassette anni? Giulia ancora non lo sa, ma sicuramente lo scoprirà molto presto.
Mentre la sua vita scorre serena tra l’esame di maturità, i suoi amici e Max, il suo odioso ex, una sera conosce Victor, un ragazzo bellissimo e misterioso appena trasferitosi, con la madre e la sorella, dalla Francia nella spettrale villa d’Agave, appartenuta ad un suo lontano parente.
Da quel momento Giulia scivolerà nell’abisso di un mondo soprannaturale, fatto di nebbia, buio e pericoli, paura e tradimenti, vampiri famelici e spietati cacciatori.
La sua vita cambierà drasticamente, passando dall’adolescenza all’età adulta, dall’ingenuità alla maturità.
Tra la nebbia che nasconde e confonde, Giulia scoprirà che nulla è mai come sembra, ma sceglierà, comunque, di sacrificare quanto di più caro ha, anche la vita se sarà necessario, pur di seguire l’Amore.
Sì, l’Amore, l’unico vero protagonista di questa storia. L’Amore che sconvolge, l’Amore che crea, l’Amore che distrugge, l’Amore che unisce, l’Amore che divide. L’Amore che mai desiste, l’Amore che spera, l’Amore che lotta.
E così anche Giulia, ostinata e decisa, lei che ottiene sempre ciò che vuole, non rinuncia mai alla speranza e lotta contro se stessa, contro la razionalità, contro la natura stessa. Quella natura crudele che impedisce a un vampiro di amare.
Con questo romanzo Amabile Giusti riesce davvero a sorprenderci.
Nonostante le molte, forse troppe, somiglianze con altri romanzi del genere, alla fine la trama risulta davvero originale e imprevedibile, ricca suspense e colpi di scena.
Anche i personaggi, principali e non, che all’inizio possono sembrare un po’ stereotipati, nel corso della storia si evolveranno in modi del tutto inaspettati e si mostreranno in tutta la loro complessità.
Il suo stile è semplice e diretto, e riesce a trasmettere la molteplicità di emozioni e sensazioni che pervade i protagonisti, facendoci immergere completamente nella storia.

Personaggio preferito: Victor, perché è affascinante e ambiguo, ma anche Lisa per la sua dolcezza.

Ambientazione preferita: le strade nebbiose di Palmi, non saprei immaginare un’ambientazione più adatta.
Emozioni provate alla lettura: Troppe. Ho vissuto questa storia con i personaggi, ho gioito con loro, ho sofferto, ho avuto paura, ho sperato. Ma quello che mi è rimasto alla fine è stato un grosso groppo in gola.

 

EVIDENZIATO da Rossella Melis, ex-studentessa del liceo Scientifico G. Marconi di Sassari

link per leggere i primi capitoli del libro di Amabile GiustiCuore neroBaldini Castoldi Dalai editore, 31 maggio 2011

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/cuore-nero

 

sweets dreems


(1420)

Please like & share:

Un commento

  • Monia

    questo, di tanti, è il miglior libro che abbia mai letto in vita mia! riesce a trasmette tutte le emozioni che subiscono i protagonisti, finendo per credere di vivere la loro stessa vita, nonostante sia un libro fantasy! l’ho letto in davvero poco tempo e appena l’ho finito, non sono riuscita a resistere senza leggerlo nuovamente! la stessa cosa la pensa la mia migliore amica, che dopo averle detto di questo libro, l’ha preso e se ne sta innamorando ogni volta di più continuando a leggere!!! dulcis in fundo, è un libro davvero molto bello!!!

Lascia un commento