Andrew Lane Young Sherlock Holmes. Nube mortale

Sinossi del libro di Andrew Lane Young Sherlock Holmes. Nube mortale


Chi era Sherlock Holmes prima di diventare il grande detective? Figlio di un ufficiale dell’esercito, nel 1868 Sherlock Holmes ha quattordici anni. Le sue giornatesono straordinariamente monotone: in collegio riceve un’istruzione classica e lezioni di buonemaniere, per diventare un cittadino ‘prototipo’  dell’Impero britannico.  Ma tutto questo sta percambiare… A causa della partenza improvvisa del padre per l’India e della misteriosaindisposizione della madre,  Sherlock viene mandato a passare l’estate nella tenuta dei suoieccentrici zii nell’Hampshire.  È qui che Sherlock scoprirà la sua vena investigativa, risolvendo ilsuo primo caso di omicidio e rapimento.Nube mortale è il primo titolo della nuova serie ‘Young Sherlock Holmes’, ideata da AndrewLane, che De Agostini manda in libreria a fine marzo, in occasione della Fiera del Libro perRagazzi di Bologna.Il suo cervello riprese a funzionare, alla fine, e Sherlock capì quello che stava osservando. Lanube che si era alzata dal corpo dell’uomo nei boschi intorno a Holmes Manor, il fumo che Mattyaveva visto, il polline che aveva portato al acquistava un senso. Non si trattava di una nube ma diun nugolo di api. Piccole api nere. E questo voleva dire che le scatole erano in realtà delle arnie eche l’uomo mascherato era un apicoltore. Ma che razza di api erano e per quale motivo venivanoallevate? Per produrre miele? Per difesa? O per qualcos’altro?Una figura leggendaria che è entrata nell’immaginario collettivo mondiale. Di recente è uscito ilsecondo film dedicato al protagonista delle avventure di Sir Arthur Conan Doyle.

Andrew Lane, giornalista e autore di una ventina di romanzi, ha lavorato a lungo per la televisioneinglese. Vive con la famiglia nel Dorset

link per leggere i primi capitoli del libro di Andrew LaneYoung Sherlock Holmes. Nube mortaleDe Agostini, 29 marzo 2012

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/young-sherlock-holmes-nube-mortale

sweets dreems

(1517)

Un commento

  • Elena Bussu

    Un libro avvincente, con ottime descrizioni in fatto di personaggi e luoghi: è veramente molto molto dettagliato; la storia è davvero bella ed è stata scritta benissimo; un’altra cosa che mi è piaciuta di questo libro sono i numerosi riferimenti storici e il personaggio del giovane Sherlock, non ancora maturo come un uomo adulto, ma capace già allora di risolvere casi anche complicati. Mi è piaciuto molto come libro e consiglio vivamente di leggerlo ai veri amanti del libro giallo.

Lascia un commento