Bella mia, Donatella Di Pietrantonio – candidato Premio Strega 2014

Dopo il successo d’esordio di Mia madre è un fiume, Donatella Di Pietrantonio torna a incantare il lettore narrando la storia di una donna che si ritrova a improvvisarsi madre, nonostante quell’idea di sé fosse stata abbandonata da tempo, con un adolescente taciturno e scontroso.

È ciò che succede alla protagonista e io narrante di questo romanzo quando la sorella gemella, che sembrava predestinata alla fortuna, rimane vittima del terremoto de L’Aquila. Il figlio Marco viene affidato in un primo tempo al padre, che però non sa come occuparsene.Prendersi cura del ragazzo spetta dunque a lei e alla madre anziana, trasferite nelle C.A.S.E. provvisorie del dopo-sisma.

Da allora il tempo trascorre in un lento e tortuoso processo di adattamento reciproco, durante il quale ognuno deve affrontare il trauma del presente, facendo i conti con il passato. Ed è proprio nella nostalgia dei ricordi, nei piccoli gesti gentili o nelle attenzioni di un uomo speciale, che può nascondersi l’occasione di una possibile rinascita.

Bella mia è un’opera che parla con straordinaria forza poetica dell’amore e di ciò che proviamo nel perderlo ma, soprattutto, della speranza nella ricostruzione: la ricostruzione di una città offesa che attende ancora il suo riscatto e quella, faticosa, degli affetti intimi e della fiducia nella vita.

Leggi le prime pagine 21 pagine del libro di
Donatella Di Pietrantonio, Bella mia, Elliot Edizioni, marzo 2014.

CANDIDATO PREMIO STREGA 2014

La notizia è arrivata tramite un tweet della Fondazione Bellonci, che annunciava la candidatura proposta dagli Amici della Domenica Antonio Debenedetti e Mariaida Gaeta.

L’11 giugno sarà resa nota la cinquina dei finalisti del premio letterario più importante d’Italia.


(1034)

Please like & share:

Lascia un commento