Carin Gerhardsen Madre, padre, figli

Sinossi del libro di Carin Gerhardsen Madre, padre, figli

Incipit

Toglie le lenzuola e lo mette sdraiato sul tappeto accanto al letto. Lui urla con voce quasi irriconoscibile e il suo visino tondo è rosso
per lo sforzo. Sono le dieci e mezzo, è da quattro ore che cerca di farlo dormire.

Una mattina, mentre sta facendo jogging, l’agente Petra Westman s’imbatte nel corpicino semiassiderato di un neonato. Non lontano da lì, in un cassone con la sabbia da spargere sui marciapiedi d’inverno, viene ritrovato il cadavere di una donna, forse sua madre o la baby-sitter. Contemporaneamente, un’anziana insegnante in pensione riceve una bizzarra telefonata da una bambina piccola che le dice di essere stata abbandonata dalla famiglia e di essere in casa da sola, mentre su un traghetto per la Finlandia un’addetta alle pulizie trova un’adolescente strangolata in una toilette. La squadra mobile della polizia di Hammarby, coordinata dal commissario Conny Sjöberg, comincia a indagare sui singoli casi, ma a poco a poco diventa chiaro che questi sono tragicamente intrecciati tra loro. Madre, padre, figli è il secondo romanzo della «Trilogia di Hammarby», che ha reso famoso il detective Sjöberg in tutto il mondo, proiettando Carin Gerhardsen ai vertici delle classifiche dei libri più venduti.

Carin Gerhardsen (1962) è laureata in matematica. Ha iniziato a scrivere da giovanissima, poi ha preferito proseguire la propria attività scientifica. È tornata alla letteratura nel 2008, pubblicando La casa di pan di zenzero (Dalai editore 2011), il primo volume della «Trilogia di Hammarby», i cui diritti cinematografici sono stati comprati dalla casa produttrice che ha realizzato i film tratti dai romanzi di Stieg Larsson.

link per leggere i primi capitoli del libro di Carin GerhardsenMadre, padre, figli, traduzione di Alessia Ferrari,Dalai editore, 17 aprile 2012

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/madre-padre-figli

sweets dreems

 

 

 

(500)

Please like & share:

Lascia un commento