recensioni dei libri letti dai ragazzi delle scuole e dagli adulti

A un passo da te, di Jessica Mastroianni e Marcello Affuso

  Recensione di Anna Cuna,  ISIS “Pitagora B. Croce”, Torre Annunziata III C A un passo da te racconta l’universo giovanile “A un passo da te” è il nuovo, nonché primo, romanzo di Jessica Mastroianni e Marcello Affuso. Di Linee infinite edizioni, al costo di 12,00 euro e pubblicato nel 2011, il libro ha riscosso un notevole successo. Il titolo ha in sé il senso di tutto il libro, è un po’ il filo conduttore di tutta la storia. I

Continua a leggere

Richard Paul Evans Michael Vey. Il prigioniero della cella 25

Recensione di  Rita Pedoni (III D Liceo Scientifico G. Marconi, Sassari), del libro di Richard Paul Evans, Michael Vey. Il prigioniero della cella 25, traduzione di  Stefania Rega, Baldini Castoldi Dalai editore Michael ha 14 anni ed è affetto dalla sindrome di Tourette, un disturbo neurologico che gli causa movimenti involontari dei muscoli. Per questo motivo, spesso viene etichettato come ‘strano’ e preso di mira dai bulli. In realtà è un ragazzo come tutti gli altri: va a scuola, gioca ai videogiochi con

Continua a leggere

Amabile Giusti, Odyssea. Oltre il varco incantato

Recensione di Ilenia Unida Amabile Giusti,  Odyssea, oltre il varco incantato,  Dalai editore Sono molte le domande a cui Odyssea non sa dare una risposta. Prima fra tutte: Perché io e mia madre siamo costantemente in fuga? Chi ci dà la caccia? E ancora, la minaccia è reale o è solo un’invenzione di mia madre? Per 16 anni Odyssea ha atteso di scoprire la verità e ora è giunto per lei il momento di svelare il mistero che aleggia sul

Continua a leggere

Aaron Karo, Mi chiamo Chuck, ho diciassette anni e, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo,

Recensione di  Aaron Karo, Mi chiamo Chuck, ho diciassette anni e, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo, ed. Giunti 2012 di Ilenia Unida   Ognuno ha le sue piccole manie ma Chuck Taylor, 17 anni, è davvero un caso clinico: maniaco dell’igiene, scrupoloso nel tenere il conto di assurdità, e completamente terrorizzato da un’ipotetica fuga di gas nella sua cucina elettrica. Le sue mille, per noi spassose, paranoie gli condizionano la vita e sfavoriscono le sue relazioni sociali,

Continua a leggere

Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna

C. Porcedda, M. Brunetti, “Lo sa il vento”, ed. Ambiente, collana Verdenero È il 2001: un magistrato della procura militare di Cagliari, Mauro Rosella sta guardando la televisione nel salotto di casa sua e vede un’ inchiesta sulle possibili correlazioni tra tumori e l’impiego di uranio impoverito durante la guerra in Kosovo e in Bosnia; il programma racconta tra le altre cose della morte di Giuseppe Pintus, un militare morto di leucemia, che era stato in servizio soltanto nel poligono

Continua a leggere

Giuliano Pasini Venti corpi nella neve

Recensione di Venti corpi nella neve, di Giuliano Pasini, di Ilenia Unida Una delle massime più famose degli investigatori è: “Per trovare il colpevole devi entrare nella sua mente”, ma che succede se riesci ad entrare talmente in sintonia con un assassino da sentirne i pensieri e le emozioni? Roberto Serra è un poliziotto, uno bravo, che non molla la presa finché non ha la soluzione del caso. Da quando i suoi genitori sono stati uccisi ha sviluppato una strana

Continua a leggere

Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna

RECENSIONE di:  Lo sa il vento, di Carlo Porcedda, Maddalena Brunetti,  di Enrico Petretto, studente. Quando si parla di Sardegna, pensiamo sempre al mare, alle spiagge, piccoli scorci di Paradiso invidiati in tutto il mondo, ai boschi ed alle foreste ultracentenarie che fanno da mantello all’isola per eccellenza, alle numerose miniere, simboli di un’epoca dimenticata, che ogni anno attirano una grande quantità di turisti. E se un giorno tutto questo dovesse svanire nel nulla e questo Eden piombasse nelle viscere più

Continua a leggere

Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna

RECENSIONE di Salvatore Azzena, studente liceale Soltanto nei primi anni del 2000 si è avuta l’esigenza di tutelare in Sardegna la salute collettiva, la quale è riuscita a prevalere su ragioni di Stato come le esercitazioni militari, la necessità di smaltire i residui della seconda guerra mondiale e altri interessi di tipo economico e industriale. Negli anni successivi al secondo conflitto mondiale nella nostra isola si è dovuto “nascondere” quanto era rimasto. Tutto ciò ha creato una contaminazione di alcune

Continua a leggere

Frank P. Herbert Dune

Recensione di Davide Taras del libro di Frank P. Herbert Dune Un immenso deserto occupa l’intera superficie di Arrakis. Abitato da sparute comunità di indigeni e infestato da mastodontici, pericolosissimi vermi, il pianeta è l’unico nell’universo da cui è possibile estrarre il melange, la spezia indispensabile per poter viaggiare nello spazio. Questo rende Arrakis di fondamentale importanza per l’Impero, oltre che un’enorme fonte di guadagno e prestigio per il Casato che lo governa. Quando l’imperatore Padiscià affida il pianeta al duca Leto

Continua a leggere

Ben Aaronovitch, I fiumi di Londra

Recensione di Ilenia Unida, del libro di Ben Aaronovitch, I fiumi di Londra L’efferatezza del primo di una lunga serie di omicidi di cui si sta occupando Peter Grant, recluta mediocre della polizia di Londra, è disumana. Non a caso il testimone chiave, Nicholas Wallpenny, è, come dire, defunto da centoventi anni. Ma il nostro fantasma è solo la prima di tante stranezze con cui il protagonista viene a contatto. Lui per primo ha dei poteri magici e sotto la guida dell’ispettore

Continua a leggere

Micheal Connely – L’uomo di Paglia Piemme

  Recensione di Giommaria Pilo Le nuove tecnologie ormai sono ovunque. Internet ha preso il sopravvento e la maggior parte di noi ha un accesso ad esso. Esso ha avuto un effetto molto profondo sulla nostra cultura e ha messo in crisi i vecchi mezzi di comunicazione: libri, TV, radio, giornali e persino il Los Angeles Times risente di questo effetto. Non è più la “bara di velluto”, il luogo dove tutti vorrebbero lavorare. E il prossimo a rendersene conto sarà

Continua a leggere

Lois Lowry, Conta le stelle

Recensione di Conta le stelle, di Lois Lowry di Ilenia Unida Non esistono eroi senza macchia e senza paura. Questo Annamarie Johansen lo ha imparato troppo presto. Copenaghen la città in cui vive con i suoi genitori è stata occupata dai tedeschi, ma il coraggioso popolo danese non si piega e organizza la resistenza. Dopo tre anni di stallo, nel 1943, i nazisti intraprendono la persecuzione razziale nei confronti degli ebrei anche in Danimarca. Nel loro mirino c’è anche la

Continua a leggere

Nelle miniere di Molooc di Aquilino

Recensione de Nelle miniere di Molooc di Aquilino, ed. Giunti di Ilenia Unida   Sputalocchio! Bambini! gli Orrendi sono tornati per teletrasportarvi in una nuova mirabolante avventura. I nostri bislacchi eroi come sempre rispondono alle richieste di aiuto dei più piccini correndo in loro soccorso. Per proteggere la piccola Bacca travalicheranno addirittura i confini del tempo. Lalla, la straordinaria invenzione di Albein, conduce i nostri paladini a Cormulandia, un regno di cui il ricordo si era perso nei secoli. Gli

Continua a leggere

L’arte di sparare balle, di Jordan Sonnenblinck

  Recensione del libro di Jordan Sonnenblinck – L’arte di sparare balle, ed Giunti, di M. Cristina Idini A chi non è mai capitato di sentirsi inadeguato e fuori posto almeno una volta nella vita? A San, un ragazzino di 14 anni, succede tutti giorni. Forse perché è stato adottato dalla Cina e adattato agli Stati Uniti quando era solo un bambino, o perché suo padre è in prigione e sta lasciando affogare lui e sua madre in un mare di debiti, o

Continua a leggere

Maurizio Temporin, IRIS. I sogni dei morti

Recensione  di Ilenia Unida del libro di Marco Temporin, Iris. I sogni dei morti, Giunti editore   Thara per liberare Nate dal Cinerarium lo ha condannato solo a una prigionia diversa, peggiore. La sua anima, legata ormai al corpo del loro nemico, si sta macchiando di atroci crimini con lo stesso sadismo che ha sempre caratterizzato Ludkar. Thara stenta a riconoscere nel corpo del Notturno il ragazzo che ama. Tutto sembra degenerare ulteriormente da quando gli iris, chiavi per le

Continua a leggere
1 2 3 4