Gandhi. L’uomo che cambiò se stesso per cambiare il mondo di Eknat Easwaran

Sinossi del libro “Gandhi. L’uomo che cambiò se stesso per cambiare il mondo” di Eknat Easwaran edito da Elliot Edizioni, Collana Antidoti, pp.192- Euro 16.

Incipit:

Il mio primo incontro con la figura di Gandhi – o almeno il primo di cui abbia memoria – fu l’articolo che “Life” dedicò alla sua cremazione. Erano trascorsi solo pochi giorni dal mio undicesimo compleanno, ed ero ancora turbato e ferito dai ricordi dell’olocausto.
“Life” aveva scelto di sottolineare, nello stile enfatico dell’epoca, le impetuose manifestazioni di dolore da parte della folla sconfinata, lasciandomi con la sensazione di un evento accaduto in uno strano mondo, molto distante dal mio. Quando conobbi l’autore di questo libro, ai tempi in cui venni nominato docente all’Università di Berkeley, California, ero già un obiettore di coscienza. Come tale, in più occasioni ero stato profondamente attratto dall’esempio di Gandhi, ma altrettante volte ne ero stato scoraggiato. Il suo rigore estremo, i suoi digiuni, per non parlare del suo coraggio apparentemente sovrumano, lo facevano sembrare un essere di un altro pianeta, qualcuno le cui conquiste non ero neanche lontanamente in grado di emulare (il che era più o meno l’impressione che ne avevo tratto dalla presentazione di “Life”). Tuttavia, man mano che ascoltavo Easwaran raccontare di lui, un quadro totalmente diverso si dispiegava davanti ai miei occhi. Di sicuro ne emergeva un paradosso: Gandhi era un grand’uomo, ancora più grande di quanto avessi potuto immaginare, eppure – e questo era l’aspetto davvero straordinario – al contrario di quel che avevo creduto, era raggiungibile. […]

Prima traduzione italiana della biografia, considerata un classico mondiale, dell’uomo che ha rivoluzionato la vita di milioni di persone attraverso un messaggio di amore e la pratica della non violenza.

In questa bellissima biografia di Gandhi, Eknath Easwaran, uno dei massimi studiosi e traduttori di testi sacri induisti in lingua inglese, descrive la straordinaria rivoluzione personale di Mohandas Karamchand Gandhi, un uomo semplice che divenne la guida politica e spirituale di un’intera nazione, nel più grande esperimento nella storia dell’umanità: la satyagraha, la guerra senza violenza.
L’autore ebbe la fortuna di conoscere e frequentare in gioventù Gandhi, “non per studiare il suo stile politico, ma per osservare da vicino il suo magnetismo, la sua energia spirituale”. Profondamente colpito da quell’incontro, Easwaran racconta in questo libro tutta la vitalità del maestro, a partire dagli anni trascorsi in Sudafrica fino al giorno tragico della sua uccisione. I momenti privati, la quotidianità interamente votata alla sua missione, la sua pratica della non violenza, lo stile di vita semplicissimo, dove ogni difficoltà viene interpretata come un’occasione per crescere spiritualmente e nutrire la propria immaginazione.

EKNATH EASWARAN
È nato nel 1910 nel Sud dell’India durante gli anni della dominazione britannica. È stato ricercatore e professore di Letteratura ingese presso l’Università di Nagpur. Nel 1959 si è recato negli Stati Uniti con il programma di studio Fullbright e, due anni dopo, ha fondato Berkeley, in California, il Blue Mountain Center of Meditation. Qui, per molti anni, ha tenuto conferenze su Gandhi e sulla meditazione e la tradizione spirituale delle grandi religioni mondiali. Ha tradotto in lingua inglese i classici della spiritualità indiana ed è stato autore di libri sulla meditazione di grande successo, tra cui Quando hai fretta cammina lentamente (TEA, 2007). È morto nel 1999.

«Un serio e ammirevole contributo alla comprensione di come Gandhi percepiva la sua vita»
Los Angeles Times Book Review

«Questa biografia si avvicina al senso più profondo dell’insegnamento del Mahatma»
Bill McKibben, New York Post

 

Sul sito 10 Righe dai libri potete trovare le prime ventotto pagine del libro “Gandhi. L’uomo che cambiò se stesso per cambiare il mondo” di Eknat Easwaran edito da Elliot Edizioni

 

Post pubblicato da Francesco Roghi

(589)

Please like & share:

Lascia un commento