Il giardino del drago purpureo di Carole Wilkinson

Sinossi del libro Il giardino del drago purpureo di Carole Wilkinson edito da Dalai Editore.

Incipit:

II gorgoglio della cascata era l’unico rumore che rompeva la quiete del luogo. L’acqua cadeva da uno strapiombo e si raccoglieva in un ampio stagno scuro. Sotto la superficie, ombre più scure nuotavano in tondo – pesciolini guizzanti e forme ovali più grandi. Alcune canne crescevano tra le rocce nere nelle secche. Più avanti, lungo le sponde, felci delicate spuntavano tra i ciottoli neri levigati. Una delle scure forme ovali salì lentamente in superficie. Era una tartaruga. Un vortice di corrente la spinse verso il bordo dello stagno. La tartaruga batté le zampe palmate per allontanarsi dalla sponda, dove l’acqua, fuoriuscendo dallo stagno, proseguiva il suo viaggio lungo il pendio della montagna. Una libellula stava in equilibrio sulla superficie dello stagno. Le zampe esili erano rosso sangue, il corpo sottile era di un blu sorprendente, come un frammento di cielo limpido finito sulla terra. L’insetto aveva due paia di ali delicate con venature nere. Ogni ala aveva una macchia a forma di occhio. Sembrava un gioiello prezioso perso da una principessa sbadata. La libellula fece frullare le ali e volò via. Ronzò fino a una canna, poi dalla canna si posò su una roccia. Un’ombra cadde sull’insetto. Un fascio di canne frustò l’aria e si abbatté su di lei, schiacciandola. Ping raccolse la libellula morta e la mise nella borsa di pelle che teneva legata in vita, aggiungendola alla sua raccolta di bruchi schiacciati e tarme appiattite. Una brezza scosse il canneto. Il freddo pungente indicava che l’inverno era ormai prossimo. Ping si guardò intorno. Da sei mesi vedeva lo stesso panorama, ma non ne era ancora stanca. Era un giorno limpido e le cime delle montagne si stagliavano davanti a lei come un esercito di giganti. […]

Antica Cina, dinastia Han. Il drago imperiale Danzi si è messo in viaggio alla volta dell’Isola dei Benedetti e Ping – la sua giovane Custode – è rimasta a prendersi cura di Kai, il figlio del drago, nato dalla misteriosa pietra purpurea che nel primo capitolo della saga la ragazza aveva difeso strenuamente. Per crescere e, soprattutto, mantenere nascosto Kai, Ping si è rifugiata sulla montagna sacra Tai Shan, dove crede di essere al sicuro, ma il pericolo è più vicino di quanto pensi… Quando Diao, il negromante – che lei crede morto – la trova, Ping, aiutata dall’amico Hua – un topo che si rivela dotato di straordinaria intelligenza e con magici poteri, sarà costretta a fuggire, ma verrà catturata dalle guardie imperiali. Liu Che, l’imperatore, vuole punire la rocambolesca fuga di Ping che gli ha sottratto Danzi, l’ultimo drago imperiale, invece lei spera di essere perdonata e di recuperare l’antico rapporto di amicizia che li legava. Ma come reagiranno a palazzo nell’apprendere che Kai è figlio di Danzi? Il cucciolo di drago sarà veramente al sicuro? Ping saprà distinguere tra chi vuole il bene di Kai e chi è unicamente interessato a sfruttare i suoi poteri?

Carole Wilkinson (Derby, 1950) si è trasferita con la sua famiglia in Australia a dodici anni. Dopo aver lavorato come assistente di laboratorio, a quarant’anni ha deciso di diventare scrittrice di libri per ragazzi. Con la trilogia che ha per protagonista Ping, la Custode del Drago – diventata un bestseller e pubblicata con successo in molti Paesi – ha vinto numerosi premi, tra cui: l’Aurealis Award (Miglior libro per ragazzi 2003), il Children’s Book Council of Australia Award (Libro dell’anno sezione ragazzi) e il Queensland Premier’s Literary Award (Miglior libro per bambini), entrambi nel 2004, il KOALA Award (Kids Own Australian Literary Awards) per la categoria Older Readers e il premio Kalbacher Klapperschlange nel 2006. Il Giardino del Drago Purpureo, secondo capitolo della trilogia, ha vinto il Kids Own Australian Literary Awards (Fiction For Older Readers) nel 2009. Nel 2010 per Dalai editore ha pubblicato La Custode del Drago.


Sul sito 10 Righe dai Libri potete trovare le prime venti pagine di Il giardino del drago purpureo di Carole Wilkinson edito da Dalai Editore.

Autore del post: Francesco Roghi

(676)

Please like & share:

Lascia un commento