Marco Volpatto Giòn Uèin e Barolodelsessantaquattro

Sinossi del libro di Marco Volpatto Giòn Uèin e Barolodelsessantaquattro

Incipit

Ero un bambino in quel tempo intenso, straripante di drammi, passioni e inquietudini che il mondo, in seguito, non avrebbe più conosciuto….”


La grottesca avventura di un gruppo di amici sullo sfondo del Sessantotto, il movimento che culturale che più ha segnato l’evolversi recente della nostra società. Un lavandaio piemontese, un medico e un operaio pugliese immigrato al nord e affetto da una bizzarra forma di mutismo, sono costretti a raggiungere il Ponte del Diavolo per gettare le ceneri del loro amico più caro, passato a miglior vita durante una manifestazione. Al loro inseguimento, un incarognito gruppo di neofascisti, quattro maldestri vigili urbani e Barolodelsessantaquattro, il cagnolino più tenace, simpatico e sincero del mondo.

Il Ponte del Diavolo non è soltanto una meta. È il destino. È un luogo denso di misteri e timori. È l’emblema della rivincita dell’umile sul prepotente, proprio come il Sessantotto.

Nel viaggio, i fuggiaschi incontreranno l’amicizia di una dolce e bellissima veterinaria e di un prete operaio diffidato dalla sua stessa Chiesa, perderanno più volte la strada e rischieranno la cattura, ma ritroveranno se stessi e libereranno, nei loro cuori, lo spirito della rivoluzione giovanile. E mentre i protagonisti vagano per il Piemonte, il Sessantotto rischia di spegnersi a causa di una straordinaria, lunghissima e leggendaria partita di pallone.

Marco Volpatto, torinese, giornalista, collabora con varie testate ed è docente di Sociologia dello Sport presso la Facoltà di Scienze Motorie di Torino. Ha scritto numerosi racconti per bambini e per grandi oltre ai romanzi Il lupo degli uomini (L’Autore Libri Firenze, 2006), L’abbazia sepolta (L’Autore Libri Firenze, 2008) e, per i tipi di Edizioni Angolo Manzoni, Sulla riva del fiume. Cronache delle genti di Po (GRANDI CARATTERI, 2009).

“Tiene famiglia”: Clara e Francesco, senza i quali non riesce nemmeno a respirare.

Cura la rubrica Niùiorch Niùiorch per il settimanale “La Nuova Voce” ed è autore di numerosi spettacoli teatrali tra cui Bocce, amore e povertà, Sputnik sulla città e Gary e i suoi baldi, tuttora sulle scene, dentro i quali infila senza remore la sua passione per la musica e il canto popolare.

link per leggere i primi capitoli del libro di Marco Volpatto, Giòn Uèin e BarolodelsessantaquattroEdizioni Angolo Manzoni, 31 maggio 2012

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/gi%C3%B2n-u%C3%A8-e-barolodelsessantaquattro

sweets dreems

 

 

(909)

Please like & share:

Lascia un commento