Saundra Mitchell, L’estate dei fantasmi

Recensione di Ilenia Unida

Vivere per sempre a Ondine,  della Louisiana di 346 BRAVE PERSONE E 3 VECCHI BACUCCHI, in cui il più grande intrattenimento è offerto dalle prediche di Padre Ray, per due intraprendenti adolescenti come Iris e Colette pare essere una condanna a morte. Il desiderio più impellente di queste quattordicenni amiche del cuore è scappare insieme appena raggiunta la maggiore età. Sognano un futuro radioso in una città lontana e sfruttano la loro fervida immaginazione per sopravvivere alla noia di un estate afosa improvvisandosi medium, streghe dagli oscuri poteri e custodendo un loro libro di incantesimi. Durante uno dei loro giochi “magici”, ambientato all’insaputa di tutti nel cimitero, succede l’imprevedibile. Mentre Iris stesa sulla tomba della defunta Cecily Claiborne sente Colette richiamare gli spiriti dell’oltretomba viene scossa dall’apparizione del fantasma di un bel giovane. Elijah Landry: questo è il nome dell’enigmatico ragazzo scomparso nel 1989 dalla sua stessa camera e mai più ritrovato. Elijah comincia a invadere prepotentemente con la sua inquietante figura la vita tranquilla di Iris perché ha un conto in sospeso e ha deciso che sia lei a saldarlo risolvendo il mistero che aleggia sulla sua sparizione. L’etate dei fantasmi (Shadowed Summer) è davvero una lettura carina che imprigiona nelle sue pagine con la crescente e pressante carica di suspense e fa salire qualche brividino di paura su per la schiena. La trama, pur essendo in genere lineare, ha delle svolte davvero imprevedibili che raggiungono l’apice sul finale. D’un tratto pare di ritrovarsi in un giallo dalle tinte dark.
Il fatto che non ci sia una crescita nell’introspezione dei personaggi non è nota di biasimo in un avvincente fantasy, indirizzato al target ‘Young Adult’ ma assolutamente godibile anche per un pubblico più maturo. Molto carina è anche la cover del libro.

Personaggio preferito: la giovane protagonista,Iris. Ho apprezzato la sua capacità di mantenere la mente lucida anche nelle situazioni più difficili.

Emozioni provate nella lettura: man mano che ci si addentra nel libro si sente crescere l’ansia a causa degli strani eventi sovrannaturali che sconvolgono la vita di Iris. Quando il fantasma appare con maggiore aggressività si rischia di trasalire al minimo rumore.

Ambiente preferito: la biblioteca. Quale posto migliore per scavare nel passato?

Note o suggerimenti: mentre leggete assicuratevi che nessuno voglia farvi uno scherzo!

libro EVIDENZIATO da Ilenia Unida VB, Liceo Scientifico G. Marconi, Sassari, Corso di scrittura creativa – referente prof.ssa Alessandra Petretto

link per leggere i primi capitoli del libro di Saundra MitchellL’estate dei fantasmi, traduzione di Elena Reggiani, Giunti Editore, 15 luglio 2011

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/lestate-dei-fantasmi

sweets dreems

 


(1022)

Lascia un commento