Vito Bruschini, Vallanzasca. Il bandito gentiluomo

sinossi del romanzo di Vito Bruschini, Vallanzasca. Il bandito gentiluomo DALL’AUTORE DI THE FATHER — IL PADRINO DEI PADRINIO “1980. IL TEMPO DI FAR AVVAMPARE UNO ZOLFANELLO Le celle di San Vittore nella primavera del 1980 erano affollate dal gotha della malavita milanese e del terrorismo italiano. C’era buona parte della banda di Renatino, in attesa del processo per il rapimento di Alessia Terracina: Antonio Caporale, detto Napo, Roberto Sorbello, conosciuto come Mazzinga, Tonino Rossi, Osvaldo Monopoli, il Muto, Molotov,

Continua a leggere