Premio Strega 2011 vincitore (Nesi), foto e report

Edoardo Nesi con Storia della mia gente, edito da Bompiani ha vinto il Premio Strega 2011. L’autore è salito nel palco prima dell’ultima votazione: i voti erano già oltre il raggiungibile.   Cinquina finalista Storia della mia gente (Bompiani) di Edoardo Nesi; L’energia del vuoto (Guanda) di Bruno Arpaia; La vita accanto (Einaudi) di Mariapia Veladiano; Ternitti (Mondadori) di Mario Desiati; La scoperta del mondo (nottetempo) di Luciana Castellina. Dietro le quinte Patrizia Puggioni (direzione 10 Righe dai Libri) e

Continua a leggere

Vincitore premio strega 2011: Edoardo Nesi, Bompiani

Il vincitore è EDOARDO NESI con STORIA DELLA MIA GENTE   premio strega 2011 nella cinquina  di finalisti del Premio Strega 2011, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con Liquore Strega : 1) Storia della mia gente (Bompiani) di Edoardo Nesi; 2) L’energia del vuoto (Guanda) di Bruno Arpaia; 3) Ternitti (Mondadori) di Mario Desiati; 4) La vita accanto (Einaudi) di Mariapia Veladiano; 5) La scoperta del mondo (nottetempo) di Luciana Castellina. Incipit ” Il Lanificio T.O. Nesi

Continua a leggere

recensione La città di Adamo Di Giorgio Nisini

Roma -recensione  di Anna Gentilini Una vita agiata e già delineata, un lavoro prestigioso, una moglie affascinante, un’esistenza serena… Eppure basta un minuto per sconvolgere la vita di Marcello Vinciguerra, un imprenditore a capo di un’azienda creata dal padre e famosa in tutto il Mondo. Un piccolo passaggio di un’immagine di repertorio in televisione: in quel minuto tutte le certezze si incrinano, la figura del padre viene adombrata da un sospetto, i suoi affetti vengono messi in secondo piano, la sua

Continua a leggere

Giorgio Nisini, La città di Adamo

Sinossi del libro di Giorgio Nisini, La città di Adamo  “Una sera di ottobre mia moglie Ludovica rientrò a casa con un piccolo televisore verde. Non era un televisore qualsiasi, ma un vecchio Brionvega portatile che da qualche tempo era tornato di moda tra gli amanti del vintage elettronico. Un Brionvega Algol, mi disse mentre l’aiutavo a scaricarlo dalla macchina, uno di quei prodotti che avevano fatto la storia dell’industrial design e che fin dal loro primo apparire erano diventati

Continua a leggere