Sophia Amoruso, GirlBoss. Come ho creato un impero commerciale partendo dal nulla

«Una #GirlBoss è padrona della sua vita. Prende quel che vuole perché lavora per ottenerlo» Da ragazzina, Sophia Amoruso girava in autostop, rubacchiava nei grandi magazzini e rovistava nei cassonetti della spazzatura. A ventidue anni, per campare, sembrava ormai rassegnata a un mediocre lavoro impiegatizio con tutta la frustrazione e la mancanza di stimoli che questo comportava. Fu a quel punto che un giorno decise di vendere vestiti vintage su eBay. Otto anni dopo, Sophia crea la Nasty Gal, un’impresa

Continua a leggere