Tom Antongini Vita segreta di Gabriele d’Annunzio

Libri novità, sinossi del libro di Tom AntonginiVita segreta di Gabriele d’Annunzio


12 marzo 2013 anniversario dei 150 anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio

Questa biografia scritta dall’amico e assistente fedele Tom Antongini è un racconto pieno di particolari curiosi e aneddoti della Belle époque.

Esteta, soldato, amante instancabile, poeta, drammaturgo, romanziere, esiliato, inseguito da creditori in tutta Europa… Pochi autori hanno infiammato la curiosità dei contemporanei come Gabriele D’Annunzio, nei primi decenni del Novecento forse il più celebre scrittore d’Europa. Fare della propria esistenza un’opera d’arte: questo il suo progetto estetico ed esistenziale. Progetto in cui D’Annunzio perseverò negli anni anche grazie al sostegno di un collaboratore e amico fedele, Tom Antongini. Segretario e organizzatore del suo quotidiano, amico e consigliere letterario, inviato in missioni di ogni sorta e testimone attento delle sue gesta di là e di qua dall’Adriatico, Tom Antongini scrisse nel 1934 questa Vita segreta di Gabriele d’Annunzio. Pubblicata da Mondadori nel 1938 conobbe un successo immediato, che si protrasse con varie ristampe per poi – col mutare degli interessi culturali del secondo dopoguerra – essere dimenticata. Si tratta invece, ancora oggi, di una testimonianza straordinaria, redatta in un italiano piacevolissimo e impeccabile (Antongini fu anche editore e scrittore apprezzato). A volte ironico, ma sempre rispettoso e documentato, Tom Antongini ci apre le porte per la comprensione dell’uomo D’Annunzio, delle tante leggende nate sulla sua condotta, del suo modo di amare, di creare e di vivere. Quello che emerge è il ritratto inedito di un artista eclettico, coltissimo, di un uomo eccessivo e imprevedibile.

TOM ANTONGINI (1877-1967) Dopo una sfortunata esperienza come editore di D’Annunzio, nel 1906 si trasferì in America dove rimase per qualche anno. Nel 1910 stabilitosi a Parigi fondò il «Journal des Dames et des Modes». Nella capitale francese incontrò nuovamente Gabriele D’Annunzio, già conosciuto nel 1897 a Firenze, e strinse con lui una salda amicizia. Fu per quasi quarant’anni suo insostituibile assistente, testimone dello straordinario periodo della Belle époque, condivise con il poeta i momenti di gloria e di disgrazia. Fu il primo lettore di molte delle opere di D’Annunzio: dopo le notti insonni dedicate alla scrittura, il poeta era solito infatti consegnare ad Antongini le pagine da trascrivere a macchina, in un processo di singolare condivisione creativa. Tom Antongini diventò scrittore di grande fama in Italia e in Francia per una fortunatissima serie di libri mordaci che avevano come protagonista lo «zio Gustavo». Ricordato anche come uno dei pionieri del tennis: nel 1928 Antongini fu campione italiano nella specialità a squadre, categoria B.

link per leggere i primi capitoli del libro di Tom AntonginiVita segreta di Gabriele d’Annunzio, Lantana Editore, 8 marzo 2013.

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/vita-segreta-gabriele-dannunzio

sweets dreems


(742)

Lascia un commento