W. Bruce Cameron Dalla parte di Bailey. Una storia per umani

libro evidenziato da Davide Taras

Dalla parte di Bailey (A dog’s purpose, di W. Bruce Cameron), ovvero: non giudicherai un libro dalla copertina. Andiamo con ordine: quando questo libro mi è capitato per le mani, l’idea di leggere un romanzo che trattava di cani (come ben si evinceva dalla foto del Fido di turno in copertina) non è che mi entusiasmasse molto, e difatti è rimasto due mesi buoni a prendere polvere sullo scaffale, ben nascosto tra gli altri libri. Finché bel giorno l’ho aperto, e senza accorgermene sono arrivato a pagina 120 tutto d’un fiato; due giorni dopo stavo leggendo i ringraziamenti finali dell’autore. Non giudicherai un libro dalla copertina, appunto.
Bailey – uno dei tanti nomi con il quale sarà chiamato il protagonista della vicenda – è un cane a cui è stata concessa l’opportunità di rinascere, sempre nei panni di un cane, dopo la morte, da cui sarà colto più di una volta nel corso della storia. Tale dono non è stato elargito senza motivo: attraverso le sue molteplici vite Bailey svilupperà la consapevolezza di avere uno scopo nella vita, uno scopo per il conseguimento del quale ogni esperienza da lui vissuta sarà fondamentale (il titolo originale del libro, A dog’s purpose, rende bene l’idea).
Attraverso le sue vite, nelle quali si possono riconoscere le varie tappe della maturazione (infanzia, adolescenza, età adulta) dell’uomo, sarà lo stesso protagonista a narrarci le sue avventure descrivendoci, attraverso i suoi occhi e i suoi pensieri, la diverse realtà che lo circondano, le personalità e le vite dei suoi molti padroni (anche se il suo vero “padrone” si scoprirà essere solo uno) o più in generale di tutte le persone con cui interagirà.
Dalla parte di Bailey è un libro leggero ma commovente, che sin dalle prime battute cattura il lettore costringendolo a girare la pagina e leggere il capitolo successivo, portandolo a scoprire la storia di un cane che, pur rimanendo tale, saprà dare il suo contributo alla felicità dei suoi cari.

Personaggio preferito: Il personaggio maggiormente caratterizzato, oltre a Bailey, e a cui il lettore di conseguenza si affeziona di più è sicuramente Ethan, il quale è coprotagonista per buona parte della storia, ricoprendo un ruolo fondamentale nella formazione e maturazione del cane.

Ambiente preferito: Riguardo alle ambientazioni si può dire che la fattoria, nella quale Bailey tornerà più volte, è il luogo meglio descritto e nel quale si svolgono molte delle vicende più importanti del libro.

Emozioni: Dalla parte di Bailey è un libro commovente e appassionante, grazie al quale si può anche capire qualcosa in più della psicologia e del modo di ragionare del miglior amico dell’uomo.

EVIDENZIATO da Davide Taras, ex alunno del liceo Marconi – Facoltà di Lettere e Filosofia di Sassari, Corso di Lettere Moderne

link per leggere i primi capitoli del libro di W. Bruce CameronDalla parte di Bailey. Una storia per umani, traduzione di Duccio Viani, Giunti Editore, 25 giugno 2011

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/dalla-parte-bailey-una-storia-umani

 

sweets dreems


(2349)

Lascia un commento