Will Self, Una sfortunata mattina di mezza estate

Sinossi del romanzo di Will Self, Una sfortunata mattina di mezza estate

TORNA IN LIBRERIA L’AUTORE CONSIDERATO DALLA CRITICA INGLESE L’EREDE DI JAMES BALLARD, VISIONARIO, IRONICO, COLTO E PROVOCATORIO CON UNA LETTURA RAFFINATA E INTELLIGENTE, UN ROMANZO SORPRENDENTE

Incipit

” Affacciato a una delle balconate del residence Mimosa,Tom Brodzinski ciucciava il filtro umidiccio della sua sigaretta e intanto giurava a sé stesso che sarebbe stata l’ultima.
Ma del resto, si rammentò a un tratto, se l’era giurato già un mucchio di volte. Questa volta, però, sarebbe andata diversamente…..”

Durante una vacanza in un insolito continente-isola non meglio specificato, Tom Brodzinski decide di smettere di fumare. Ma una banale disattenzione si trasforma nella sua rovina. Il mozzicone dell’ultima sigaretta lanciato dalla finestra della camera d’albergo atterra sulla testa di un suo conterraneo, l’anziano Reggie Lincoln. Per le leggi del Paese si tratta di una grave aggressione intenzionale. Ma il peggio deve ancora arrivare: la giovane moglie di Lincoln fa parte di una fiera tribù mistica del deserto le cui usanze sono sancite e riconosciute dallo Stato. Come gesto riparatore Tom intraprende un pericoloso viaggio attraverso il continente-isola, addentrandosi nell’arido cuore di quella strana terra. Sarebbe tutto più facile se la pena non gli imponesse come compagno di viaggio Brian Prentice, anche lui colpevole di un crimine e sospettato da Brodzinski di essere un pedofilo. Il loro viaggio di redenzione attraverso un territorio devastato da una folle guerra e dominato da complesse logiche tribali assumerà sempre di più i contorni surreali di un inquietante e paradossale incubo.

WILLIAM “WILL” SELF, nato a Londra nel 1961, è considerato uno dei più significativi protagonisti della letteratura inglese contemporanea. Come romanziere, ha vinto il Geoffrey Faber Memorial Prize (1991) e l’Aga Khan Prize for Fiction del The Paris Review (1998), oltre a essere stato finalista del Whitbread Novel Award. Come giornalista vanta collaborazioni con testate prestigiose, quali Daily Telegraph, Evening Standard, GQ, Independent, Observer, The Guardian, The New York Times, The Times.

Will Self ha prodotto un effervescente cocktail di Conrad e Kafka,che riesce a essere estremamente leggibile e misteriosamente avvincente.” Philip Womack, Telegraph

Un’aspra critica alla società contemporanea.The Guardian

link per leggere i primi capitoli del romanzo di Will SelfUna sfortunata mattina di mezza estate, traduzione di Olivia Crosio, Fanucci Editore, 3 settembre 2011

http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/una-sfortunata-mattina-mezza-estate

 

sweets dreems




(579)

Please like & share:

Lascia un commento